Arte, Fotografia, Disegni e Progetti di Architettura Collezione Francesco Moschini e Gabriel Vaduva A.A.M. Architettura Arte Moderna
Collezione | Storia della Collezione | Pubblicazioni con opere della Collezione e documenti dell'archivio FFMAAM | Mostre Pubbliche con opere della Collezione e documenti dell'archivio FFMAAM | Recensioni

Biografia dell'autore -
Felice Levini e Renato Mambor
A.A.M. Architettura Arte Moderna, 20 gennaio 2006
© Gabriel Vaduva / Archivio FFMAAM
Biografia dell'autore

Renato Mambor è nato a Roma nel 1936.
È stato un protagonista negli anni Sessanta della "Scuola di Piazza del Popolo" che fu come la risposta italiana, tra metafisica e futurismo, alla Pop Art americana, con artisti quali Schifano, Pascali, Angeli, Festa, Lo Savio.

Sagome e segnali stradali, ricalchi fotografici, timbri con omini, tele eseguite con rulli da tappezzeria, costituirono la sua cifra di riduzione stilizzata delle icone della cultura massmediale. Ma l'interesse per il teatro lo portò a privilegiare ricerche d'ambiente, con strutture come "L'evidenziatore" (1967), strumento meccanico per agganciare oggetti e spostarli nel mondo dell'arte. Nel 1975 fonda il gruppo Trousse per perseguire "un teatro fortemente visivo ma attento alle dinamiche psicodrammatiche".

Torna alla pittura negli anni Novanta sviluppando temi della percezione ("L'Osservatore", il "Decreatore"). Propone ampie narrazioni grafiche (Istituto nazionale per la Grafica, Roma 1998, Galleria Civica di Modena 1999). Ma realizza anche installazioni spettacolari, come i sei autobus svuotati, abitati ciascuno da un artista, per la mostra "Fermata d'autobus", Roma 1996. Nella performance "Fasce di pensiero" (1998) ribadisce il senso generale del suo lavoro: "ritrovare dentro l'occhio lo sguardo che arriva alla coscienza".